Accvc - Alé Fiorentina

Accvc - Alé Fiorentina

Commenti

In ricordo di Davide il Viola Club Ancona
Nicola Corvaja Cardiologo Italo Americano telefona al presidente della Fiorentina Rocco Commisso per fargli sentire l'intervista Fatta al noto Tifoso Fiorentino Marcello Mammoli
Nicola Corvaja Cardiologo Italo Americano telefona al presidente della Fiorentina Rocco Commisso per fargli sentire l'intervista Fatta al noto Tifoso Fiorentino Marcello Mammoli
Nicola Corvaja Cardiologo Italo Americano telefona al presidente della Fiorentina Rocco Commisso per fargli sentire l'intervista Fatta al noto Tifoso Fiorentino Marcello Mammoli
Ciao Sergio, ci mancherete te e la signora Ivana. Un fortissimo abbraccio alla famiglia....
Scusate una chiarificazione:
Filippo Pucci o ACCVC hanno ricevuto una risposta ufficiale a questo?

Ma un bel flash mob sotto gli uffici della Sovrintendenza quando lo facciamo?!?
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3592198177456948&id=100000004043160
Firmate e fate girare la petizione! Grazie! ⚜️💜
#Noivogliamolostadio
#Noivogliamolostadionuovo
#Firenzevuolelostadio
#NoistiamoconRocco
#InRoccowetrust
#NoistiamoconRocco
#InRoccowetrust
#VCCreditoCooperativodellaToscana
#Tutta la vita
#NOISTIAMOCONROCCO
Viola Club Vaiano (PO)

ACCVC, dal 1965 la forza di una fede.

Normali funzionamento

Photos from ACF Fiorentina's post 25/08/2021

Benvenuto Lucas!

23/08/2021

PARENTI ECCELLENTI

Il 23 agosto 1970 si disputò a Firenze, in “notturna”, la partita amichevole Fiorentina - Bologna, una delle prime gare precampionato della stagione 1970-1971.
La Viola aveva vinto agevolmente i due precedenti incontri amichevoli della stagione: il primo, disputatosi ad Acquapendente (tradizionale sede del “ritiro” estivo della Fiorentina) il giorno di Ferragosto contro i dilettanti del Vulsinia, che vennero agevolmente superati per 7 - 1 (con quaterna di Chiarugi), ed il secondo, il 19 agosto, a Viareggio (un “classico”) contro la squadra locale, che venne battuta per 2 - 0.
Il 23 agosto, dunque, la Viola fece il suo esordio stagionale al “Comunale” (così si chiamava allora l’attuale “Franchi”) in un interessantissimo “derby dell’Appennino”.
L’allenatore della Fiorentina Pesaola mise in campo quella che, nelle sue intenzioni, avrebbe dovuto essere la formazione-tipo della squadra nel corso del Campionato, con l’unica eccezione del ruolo di centravanti, nel quale - data l’indisponibilità di Vitali, l’acquisto “eccellente” del mercato estivo della Viola - venne schierato il giovanissimo diciannovenne Emiliano Macchi, nipote di Luciano Chiarugi.
Entrambi ponsacchini, entrambi attaccanti, soltanto quattro anni di differenza fra i due, Emiliano era il figlio di Marisa, la sorella maggiore di Luciano, e pertanto, fra i due, intercorreva il suddetto rapporto di parentela: zio e nipote.
E quella sera i due parenti fecero soffrire parecchio i difensori rossoblu, e, in particolare, i loro diretti controllori Roversi e Cresci.
Sia Luciano che Emiliano, infatti, fecero “il diavolo a quattro”, segnarono due gol a testa, e furono protagonisti di azioni offensive che strapparono applausi a scena aperta al pubblico di fede viola accorso allo Stadio.
La Fiorentina vinse per 5 - 2, ma, al di là del risultato, praticò un gioco spumeggiante, ed offrì una prestazione decisamente convincente sotto tutti i punti di vista; e i due parenti Chiarugi e Macchi dimostrarono di intendersi a meraviglia.
Quella sera il popolo viola si illuse che la squadra gigliata avrebbe potuto disputare un grande Campionato e segnare gol a raffica.
La realtà, purtroppo, fu ben diversa.
L’acquisto “eccellente” Vitali (per il quale furono spese diverse centinaia di milioni) fu un vero e proprio “flop”, Chiarugi realizzò la miseria di cinque reti, Macchi disputò pochissime partite senza realizzare alcun gol, e la Fiorentina evitò la retrocessione in Serie B soltanto per il rotto della cuffia, grazie al pareggio conseguito nell’ultima giornata di Campionato, e, per giunta, ad una migliore differenza reti rispetto al Foggia, che fu condannato alla Serie B pur avendo conseguito gli stessi punti della Viola.

Roberto Romoli
Vice Presidente Associazione Glorie Viola

👉 https://www.accvc.it/article.php?key=gli-aneddoti-del-notaio-parenti-eccellenti

PARENTI ECCELLENTI

Il 23 agosto 1970 si disputò a Firenze, in “notturna”, la partita amichevole Fiorentina - Bologna, una delle prime gare precampionato della stagione 1970-1971.
La Viola aveva vinto agevolmente i due precedenti incontri amichevoli della stagione: il primo, disputatosi ad Acquapendente (tradizionale sede del “ritiro” estivo della Fiorentina) il giorno di Ferragosto contro i dilettanti del Vulsinia, che vennero agevolmente superati per 7 - 1 (con quaterna di Chiarugi), ed il secondo, il 19 agosto, a Viareggio (un “classico”) contro la squadra locale, che venne battuta per 2 - 0.
Il 23 agosto, dunque, la Viola fece il suo esordio stagionale al “Comunale” (così si chiamava allora l’attuale “Franchi”) in un interessantissimo “derby dell’Appennino”.
L’allenatore della Fiorentina Pesaola mise in campo quella che, nelle sue intenzioni, avrebbe dovuto essere la formazione-tipo della squadra nel corso del Campionato, con l’unica eccezione del ruolo di centravanti, nel quale - data l’indisponibilità di Vitali, l’acquisto “eccellente” del mercato estivo della Viola - venne schierato il giovanissimo diciannovenne Emiliano Macchi, nipote di Luciano Chiarugi.
Entrambi ponsacchini, entrambi attaccanti, soltanto quattro anni di differenza fra i due, Emiliano era il figlio di Marisa, la sorella maggiore di Luciano, e pertanto, fra i due, intercorreva il suddetto rapporto di parentela: zio e nipote.
E quella sera i due parenti fecero soffrire parecchio i difensori rossoblu, e, in particolare, i loro diretti controllori Roversi e Cresci.
Sia Luciano che Emiliano, infatti, fecero “il diavolo a quattro”, segnarono due gol a testa, e furono protagonisti di azioni offensive che strapparono applausi a scena aperta al pubblico di fede viola accorso allo Stadio.
La Fiorentina vinse per 5 - 2, ma, al di là del risultato, praticò un gioco spumeggiante, ed offrì una prestazione decisamente convincente sotto tutti i punti di vista; e i due parenti Chiarugi e Macchi dimostrarono di intendersi a meraviglia.
Quella sera il popolo viola si illuse che la squadra gigliata avrebbe potuto disputare un grande Campionato e segnare gol a raffica.
La realtà, purtroppo, fu ben diversa.
L’acquisto “eccellente” Vitali (per il quale furono spese diverse centinaia di milioni) fu un vero e proprio “flop”, Chiarugi realizzò la miseria di cinque reti, Macchi disputò pochissime partite senza realizzare alcun gol, e la Fiorentina evitò la retrocessione in Serie B soltanto per il rotto della cuffia, grazie al pareggio conseguito nell’ultima giornata di Campionato, e, per giunta, ad una migliore differenza reti rispetto al Foggia, che fu condannato alla Serie B pur avendo conseguito gli stessi punti della Viola.

Roberto Romoli
Vice Presidente Associazione Glorie Viola

👉 https://www.accvc.it/article.php?key=gli-aneddoti-del-notaio-parenti-eccellenti

23/08/2021

FIORENTINA SCONFITTA, MA A TESTA ALTA. C’È DA LAVORARE...

✍️ di Giacomo Cialdi

Partiamo da un presupposto: perdere brucia sempre, altrimenti non terremmo alla #Fiorentina. Detto ciò, sarebbe sbagliato e oltremodo ingeneroso chiudere l’analisi della gara guardando il solo risultato o sfoggiando il consueto, sfrenato, disfattismo. Cerchiamo perciò di essere obiettivi, e sottolineiamo anzitutto che la Viola esce dall’Olimpico sconfitta, certo, ma lo fa a testa alta. Pur restando in inferiorità numerica dopo poco più di un quarto d’ora (sciocchezza di Dragowski, ma rosso eccessivo), ha continuato a giocare: pressing, difesa alta, passaggi veloci, occasioni da gol... Meritando il pari segnato da Milenkovic. E dando l’impressione di poterla addirittura vincere. Per questo la sconfitta brucia ancora di più: sarebbe potuta andare diversamente, con un pizzico di fortuna dalla nostra parte.

La buona prestazione di ieri sera, però, non può e non deve illudere: c’è da lavorare, e tanto. C’è anzitutto da registrare la difesa: se nella fase offensiva si sono viste cose interessanti, la retroguardia è apparsa ballerina e soggetta troppo facilmente alle imbucate giallorosse. E c’è da prendere atto - ma chi scrive è tra i tanti che sostengono, da tempo, l’incompletezza della squadra - che il mercato deve regalare dei rinforzi: Pulgar ieri non ha convinto, ed è necessario trovare un regista titolare, che sappia alternare fase difensiva e impostazione; mancano il vice Vlahovic e l’esterno richiesto da Italiano. E anche sui terzini potremmo dire qualcosa.
Insomma, c’è tanto da fare e poco tempo a disposizione. La Fiorentina vista a Roma, come detto, è stata buona, ma Firenze non può accontentarsi di una prestazione o di qualche complimento a fine gara. A partire dalla prossima, al Franchi contro il Toro: ci sarà il pubblico, finalmente, e questo basta per immaginare una Viola bella e vincente.

👉 https://www.accvc.it/article.php?key=fiorentina-a-testa-alta-

FIORENTINA SCONFITTA, MA A TESTA ALTA. C’È DA LAVORARE...

✍️ di Giacomo Cialdi

Partiamo da un presupposto: perdere brucia sempre, altrimenti non terremmo alla #Fiorentina. Detto ciò, sarebbe sbagliato e oltremodo ingeneroso chiudere l’analisi della gara guardando il solo risultato o sfoggiando il consueto, sfrenato, disfattismo. Cerchiamo perciò di essere obiettivi, e sottolineiamo anzitutto che la Viola esce dall’Olimpico sconfitta, certo, ma lo fa a testa alta. Pur restando in inferiorità numerica dopo poco più di un quarto d’ora (sciocchezza di Dragowski, ma rosso eccessivo), ha continuato a giocare: pressing, difesa alta, passaggi veloci, occasioni da gol... Meritando il pari segnato da Milenkovic. E dando l’impressione di poterla addirittura vincere. Per questo la sconfitta brucia ancora di più: sarebbe potuta andare diversamente, con un pizzico di fortuna dalla nostra parte.

La buona prestazione di ieri sera, però, non può e non deve illudere: c’è da lavorare, e tanto. C’è anzitutto da registrare la difesa: se nella fase offensiva si sono viste cose interessanti, la retroguardia è apparsa ballerina e soggetta troppo facilmente alle imbucate giallorosse. E c’è da prendere atto - ma chi scrive è tra i tanti che sostengono, da tempo, l’incompletezza della squadra - che il mercato deve regalare dei rinforzi: Pulgar ieri non ha convinto, ed è necessario trovare un regista titolare, che sappia alternare fase difensiva e impostazione; mancano il vice Vlahovic e l’esterno richiesto da Italiano. E anche sui terzini potremmo dire qualcosa.
Insomma, c’è tanto da fare e poco tempo a disposizione. La Fiorentina vista a Roma, come detto, è stata buona, ma Firenze non può accontentarsi di una prestazione o di qualche complimento a fine gara. A partire dalla prossima, al Franchi contro il Toro: ci sarà il pubblico, finalmente, e questo basta per immaginare una Viola bella e vincente.

👉 https://www.accvc.it/article.php?key=fiorentina-a-testa-alta-

22/08/2021

Prima formazione in campionato: cosa ne pensate?

📋 TEAM NEWS | FORMAZIONE UFFICIALE

⚜️ Il nostro undici iniziale per #RomaFiorentina

#ForzaViola 💜 #Fiorentina

20/08/2021

⚽️FIORENTINA-TORINO
⚜️ INIZIO VENDITA BIGLIETTI
🗓 23 agosto 2021
⏰ 15.00 CET

SCOPRI COME ACQUISTARE IL TUO BIGLIETTO: https://bit.ly/Tickets_FiorentinaVsTorino

17/08/2021

Ciò che è accaduto poche ore fa ci fa sentire increduli, sgomenti e un dolore lancinante. Ci ha lasciato improvvisamente Marco Tirinnanzi, presidente del Viola Club Staggia, ma soprattutto uno di noi, uno di quelli che c'era sempre, uno di quelli che ha voluto e voleva bene alla Fiorentina a prescindere.
Marco se ne è andato a soli 57 anni lasciando la moglie Elena e suo figlio Lorenzo di soli 2 anni
Ci dispiace così tanto che nessuna parola riesce a rendere quello che tutti noi stiamo provando
Ciao Marco, restarai sempre con noi.

Ciò che è accaduto poche ore fa ci fa sentire increduli, sgomenti e un dolore lancinante. Ci ha lasciato improvvisamente Marco Tirinnanzi, presidente del Viola Club Staggia, ma soprattutto uno di noi, uno di quelli che c'era sempre, uno di quelli che ha voluto e voleva bene alla Fiorentina a prescindere.
Marco se ne è andato a soli 57 anni lasciando la moglie Elena e suo figlio Lorenzo di soli 2 anni
Ci dispiace così tanto che nessuna parola riesce a rendere quello che tutti noi stiamo provando
Ciao Marco, restarai sempre con noi.

14/08/2021

VIOLA, BUONA LA PRIMA! IL FRANCHI FINALMENTE...

✍️ di Giacomo Cialdi

La premessa è doverosa, e riguarda la caratura dell’avversario affrontato. Però la #Fiorentina ha giocato a calcio. Dopo anni incredibilmente aridi, è stata una boccata d’ossigeno vedere finalmente una squadra comandata dal proprio allenatore, con una idea di gioco, che fa passaggi veloci, consecutivi, nella metà campo avversaria. Sì, ma con il Cosenza è facile, dirà qualcuno. Certo, ma è accaduto spesso di vedere Fiorentine peggiori di quella vista ieri contro squadre decisamente inferiori. Perciò prendiamoci le buone indicazioni arrivate, aspettando le necessarie conferme all’Olimpico contro la Roma. Intanto, però, alcuni punti da sottolineare:
- Gonzalez si conferma un bel giocatore;
- Maleh è un ragazzo interessantissimo, e proverei a tenerlo a Firenze;
- Vlahovic ha tanta fame, sempre e comunque. Ogni giorno sembra più completo e determinato: sarebbe delittuoso anche solo pensare di non trattenerlo in viola.

Infine, ma è un punto tutt’altro che secondario, la vittoria in Coppa Italia non deve far pensare a nessuno - tifoseria, ma soprattutto dirigenza e proprietà - che la Fiorentina è a posto così. Il mercato, da qui alla fine, dovrà necessariamente regalare più di un rinforzo a Vincenzo Italiano.

P.S. Bello, bellissimo, rivedere finalmente il Franchi abitato, sentirlo rivivere di applausi e cori. Di emozioni. Ci auguriamo sia il primo passo verso la graduale normalità. I tifosi hanno bisogno di tornare a vivere sulla propria pelle, dal vivo, la propria passione. E la Fiorentina, e il calcio in generale, hanno bisogno del proprio motore per funzionare.

👉 https://www.accvc.it/article.php?key=buona-la-prima-il-franchi-finalmente

VIOLA, BUONA LA PRIMA! IL FRANCHI FINALMENTE...

✍️ di Giacomo Cialdi

La premessa è doverosa, e riguarda la caratura dell’avversario affrontato. Però la #Fiorentina ha giocato a calcio. Dopo anni incredibilmente aridi, è stata una boccata d’ossigeno vedere finalmente una squadra comandata dal proprio allenatore, con una idea di gioco, che fa passaggi veloci, consecutivi, nella metà campo avversaria. Sì, ma con il Cosenza è facile, dirà qualcuno. Certo, ma è accaduto spesso di vedere Fiorentine peggiori di quella vista ieri contro squadre decisamente inferiori. Perciò prendiamoci le buone indicazioni arrivate, aspettando le necessarie conferme all’Olimpico contro la Roma. Intanto, però, alcuni punti da sottolineare:
- Gonzalez si conferma un bel giocatore;
- Maleh è un ragazzo interessantissimo, e proverei a tenerlo a Firenze;
- Vlahovic ha tanta fame, sempre e comunque. Ogni giorno sembra più completo e determinato: sarebbe delittuoso anche solo pensare di non trattenerlo in viola.

Infine, ma è un punto tutt’altro che secondario, la vittoria in Coppa Italia non deve far pensare a nessuno - tifoseria, ma soprattutto dirigenza e proprietà - che la Fiorentina è a posto così. Il mercato, da qui alla fine, dovrà necessariamente regalare più di un rinforzo a Vincenzo Italiano.

P.S. Bello, bellissimo, rivedere finalmente il Franchi abitato, sentirlo rivivere di applausi e cori. Di emozioni. Ci auguriamo sia il primo passo verso la graduale normalità. I tifosi hanno bisogno di tornare a vivere sulla propria pelle, dal vivo, la propria passione. E la Fiorentina, e il calcio in generale, hanno bisogno del proprio motore per funzionare.

👉 https://www.accvc.it/article.php?key=buona-la-prima-il-franchi-finalmente

13/08/2021

Pronti per la prima stagionale: forza ragazzi! 💜

TEAM NEWS | FORMAZIONE UFFICIALE 📄

Il nostro primo undici della nuova stagione ⚜️
Our starting line-up for the first official match of the 2021/22 season ⚜️

#ForzaViola 💜 #Fiorentina

10/08/2021

🗣 “HO SCELTO FIRENZE PERCHÉ...”

Le parole di Nico Gonzalez in conferenza stampa
👇👇👇
https://www.accvc.it/article.php?key=gonzalez-scelto-firenze-perche

🗣 “HO SCELTO FIRENZE PERCHÉ...”

Le parole di Nico Gonzalez in conferenza stampa
👇👇👇
https://www.accvc.it/article.php?key=gonzalez-scelto-firenze-perche

Welcome Back: la nuova maglia sta arrivando 👀 04/08/2021

Welcome Back: la nuova maglia sta arrivando 👀

Cosa ne pensate? Vi piace?

Welcome Back: la nuova maglia sta arrivando 👀 ⚜️💜Welcome Back: la nuova Kombat Pro 2021/22 sta arrivando 👀

03/08/2021

Il 7 agosto, al Franchi, Fiorentina-Espanyol
👇👇
https://www.accvc.it/article.php?key=acf-con-espanyol-7-agosto

Il 7 agosto, al Franchi, Fiorentina-Espanyol
👇👇
https://www.accvc.it/article.php?key=acf-con-espanyol-7-agosto

31/07/2021

💜

RICORDO DI ANDREA PAZZAGLI

Dieci anni fa, il 31 luglio 2011, ci lasciava Andrea Pazzagli, un grande Uomo, un grande Campione, un grande tifoso della Fiorentina, una grande Gloria Viola.
E’ sempre difficile parlare di chi non è più con noi, perché si corre il rischio di usare espressioni patetiche e retoriche. Ma Andrea era veramente un ragazzo speciale, ed aveva qualcosa che è rimasto – e che rimarrà per sempre – dentro di noi.
Calcisticamente parlando, Andrea crebbe nelle squadre giovanili della Fiorentina; poi, giovanissimo, nel 1977, approdò al Bologna, e da lì iniziò una sorta di “giro d’Italia” che lo portò a vestire le maglie di Udinese, Catania, Rondinella, Perugia, Ascoli, Milan, Roma, ed infine Prato, ove concluse la sua brillante carriera nel 1996, dopo quasi venti anni di calcio professionistico.
Il periodo più fulgido del suo percorso calcistico lo trascorse al Milan, ove approdò nel 1989, fortemente voluto dall'allenatore Arrigo Sacchi, e dove vinse una Coppa dei Campioni, due Coppe Intercontinentali, e due Supercoppe europee. Il 9 dicembre 1990 difese la porta rossonera nella fiale che il Milan disputò a Tokyo contro la squadra paraguaiana dell’Olimpia Asuncion, risultando fra i migliori in campo.
Dopo il termine della sua carriera di calciatore, allenò i portieri di Fiorentina e Milan, e fu successivamente il preparatore delle squadre nazionali giovanili.
Nella vita era un uomo buono, mite, un marito ed un padre speciale ed eccezionale.
Appassionato di musica, bravissimo con la chitarra e dotato di una bellissima voce, era diventato un ottimo cantautore, ed il suo album “Spero che esistano gli angeli” era stato premiato con un diploma “ad honorem” per i contenuti dal grande Mogol.
Particolarmente significativa la canzone scritta da Andrea “Glorie Viola”, che venne subito assunta quale inno ufficiale dalla nostra Associazione.
Ciao Andrea, sarà impossibile dimenticarti.
Ed ora sai che gli angeli esistono davvero, perché sei un angelo anche tu.
Un grande abbraccio, ovunque tu sia, sarai sempre nei nostri cuori.

Roberto Romoli – Vice Presidente insieme a tutto il Consiglio dell’Associazione Glorie Viola

Video (vedi tutte)

Conferenza stampa congiunta ACCVC-ATF❗️VOGLIAMO LO STADIO❗️
L’iniziativa organizzata da Curva Fiesole, ACCVC e ATF
Le squadre in campo!
Ingresso delle squadre in campo
Noi siamo pronti!
In campo i nostri ragazzi!
Le squadre scendono in campo!
Ingresso delle squadre in campo! Forza ragazzi!

Ubicazione

Indirizzo


Viale Manfredo Fanti, 69/71
Florence
50137

Orario di apertura

Martedì 17:00 - 19:00
Giovedì 17:00 - 19:00
Venerdì 17:00 - 19:00
Altro Sport e tempo libero Florence (vedi tutte)
I Cazzilli Delle OCR I Cazzilli Delle OCR
Florence

Allena Grip&Swing per le tue gare con i temuti Cazzilli Delle OCR. � � Train your Grip&Swing for the races with our notorius I Cazzilli Delle OCR.�

Blanco Beach Bar (eventi per giovani) Blanco Beach Bar (eventi per giovani)
Via Generale Dalla Chiesa 11
Florence, 50136

Divertiamoci Ballando Divertiamoci Ballando
ITALIA
Florence

EVENTO PERIODICO DI DIVERTIMENTO E STUDIO

UISP Comitato di Firenze UISP Comitato di Firenze
Via Bocchi 32
Florence, 50126

La nostra missione è dimostrare che "un altro sport è possibile". www.uispfirenze.it

Torneo Amici dell'Arco Torneo Amici dell'Arco
Via Dell'Arciere Toscano
Florence

Pagina pubblica ufficiale del torneo toscano AMICI DELL'ARCO - torneo per compagnie di tiro con l'ar

Novoli Women Calcio a 5 Novoli Women Calcio a 5
Firenze, Toscana, Italia
Florence, 50129

Molesta CLUB Molesta CLUB
Viale Pasquale Paoli, 21
Florence, 50137

Molesta CLUB, luogo di intense emozioni e follie notturne! M15

Montesenario Bike Arena Firenze Montesenario Bike Arena Firenze
Montesenario, Vaglia, Toscana, Italia
Florence, 50036

Montesenario Trail Builders Crew est.2020 è una A.S.D. riconosciuta dal CONI Stiamo lavorando alla creazione di una rete sentieristica MTB nella fantastica cornice di Montesenario

irun.firenze irun.firenze
Via Cimabue 11
Florence, 50121

VENDITA SCARPE DA CORSA E CAMMINATA E ACCESSORI Via Cimabue 11 ( zona piazza Beccaria / via Gioberti) Asics Brooks Mizuno Saucony Hoka Salomon Altra

Botteghina_Viola Botteghina_Viola
Viale Manfredo Fonti 69
Florence, 50137

Qui puoi trovare tutti i gadget della Fiorentina e molto altro

Firenze Firenze
Piazza Duomo, 2
Florence, 50012

Official Page Of The City Florence. Visit The Our Official Site http://www.comune.fi.it/. / Pagina Ufficiale Della Città Di Firenze. Visitate Il Nostro Sito Ufficiale http://www.comune.fi.it/.

La Nuvola Sospesa La Nuvola Sospesa
Via Ponte Sospeso 14
Florence, 50142

La Nuvola Sospesa è il tuo b&b, Bio e Veg, a Firenze