Acd Pernumia

Pagina Ufficiale

Normali funzionamento

05/02/2021

ALBERTO GASPARELLO: «IN QUESTO MOMENTO DOBBIAMO PENSARE SOLO AD AVERE TUTTE LE CAUTELE NECESSARIE PER STARE BENE E PER SALVAGUARDARE I NOSTRI AMICI E I NOSTRI FAMILIARI»

Con l’articolo di oggi diamo la parola al centravanti Alberto Gasparello (nella foto), classe 1991, a cui abbiamo chiesto un parere sui temi di maggiore attualità.
«Tra le squadre incontrate in avvio di stagione, a destarmi una certa impressione sono state soprattutto Atletico Conselve e Virtus Agna: vantano giocatori di qualità in ogni reparto e hanno tutti i mezzi per puntare al vertice. Fiducioso sulla ripresa? Non credo ci sarà l’opportunità di ripartire e di concludere il campionato. In questo momento dobbiamo pensare solo ad avere tutte le cautele necessarie per stare bene e per salvaguardare i nostri amici e i nostri familiari. Purtroppo questo virus ci ha già privato di tantissime persone. Logicamente il calcio dilettantistico ne risentirà parecchio, specie sul piano economico, ma la salute è e resta una priorità irrinunciabile».

03/02/2021

DISCUSSA E PARTECIPATA LA «CONFERENCE CALL» TRA LA FIGC REGIONALE E LE SOCIETÀ VENETE DI SECONDA CATEGORIA

Si è tenuta lunedì pomeriggio la «Conference Call» indetta dalla Federcalcio regionale per le società venete di Seconda Categoria: all’ordine del giorno le tematiche di maggiore attualità, in particolare i dubbi e le perplessità relativi ad un’eventuale ripresa dell’attività agonistica.
La maggior parte dei club partecipanti ha espresso forti dubbi circa un ipotetico ritorno in campo e la Figc ha raccolto ulteriori spunti di riflessione in vista del decisivo appuntamento di venerdì 5 febbraio a Roma: è infatti in programma un incontro tra i vertici nazionali della Lega Dilettanti e le varie delegazioni regionali. Un incontro in cui, con ogni probabilità, verrà presa la decisione definitiva in merito al destino della stagione sportiva 2020/2021.

30/01/2021

LUNEDÌ POMERIGGIO «CONFERENCE CALL» DELLA FIGC REGIONALE CON TUTTE LE SOCIETÀ VENETE DI SECONDA CATEGORIA

Si terrà lunedì pomeriggio alle ore 18 la «Conference Call» indetta dalla Federcalcio regionale per le società venete di Seconda Categoria. Un appuntamento che segue i due già effettuati per le squadre di Eccellenza, Promozione e Prima: all’ordine del giorno il delicato tema della ripresa dell’attività agonistica, appesa ad un filo per la difficile situazione sanitaria e per la complicata applicazione di un protocollo anti-Covid ancora troppo “complesso” per lo sport dilettantistico.
Gli spunti di discussione serviranno da “traccia” per un incontro in programma a Roma ai primi di febbraio tra una delegazione della Figc regionale e i vertici nazionali della Lega Dilettanti.

26/01/2021

MATTEO ALESSI: «SI VOCIFERA DI UNA PROBABILE RIPRESA A MARZO, MA AL MOMENTO È SOLO UN’IPOTESI»

Un commento sull’avvio di stagione e un pensiero sul destino del campionato: oggi ne parliamo con il centrocampista Matteo Alessi (nella foto), classe 1983, ex Stroppare e La Rocca.
«La squadra avversaria che mi ha maggiormente colpito è il San Martino Saonara: ha dimostrato di avere un gruppo molto compatto, con un bel mix di esperienza e qualità. Il futuro? Non so se si riuscirà a completare almeno il girone di andata. Si vocifera di una probabile ripresa a marzo, ma al momento è solo un’ipotesi. Di certo la pandemia avrà parecchie ripercussioni sulle società dilettantistiche. La speranza è tornare sui campi quanto prima e in totale sicurezza, anche perché il piacere di stare in gruppo e di giocare manca davvero tanto. Tuttavia, per quanto mi riguarda, non la reputo una cosa fattibile, almeno nei prossimi tre mesi».

24/01/2021

NUOVO APPUNTAMENTO CON LA RUBRICA «TRE DOMANDE A…»: PAROLA AL DIRETTORE SPORTIVO LORENZO MASCOTTO

Prosegue la nostra rubrica «Tre domande a…»: oggi è il turno del direttore sportivo Lorenzo Mascotto, a cui abbiamo rivolto le stesse domande delle interviste pubblicate nei giorni scorsi.
1. Quali sono state le squadre più forti incontrate nelle prime giornate di campionato?
«Direi che mi hanno impressionato soprattutto San Martino Saonara, Atletico Conselve e Virtus Agna. Quest’ultima, in particolare, è stata l’ultima compagine che abbiamo affrontato prima della sospensione: ha diversi elementi molto interessanti e si vede che fa bene da anni in questa categoria».
2. Un giudizio sui singoli?
«Ogni domenica abbiamo incontrato degli ottimi giocatori e la scelta non è facile. Diciamo che ad avere una marcia in più sono un paio di elementi del Conselve e gli attaccanti di San Martino Saonara e Virtus Agna, che hanno dimostrato di saper fare la differenza».
3. Cosa ne sarà di questa stagione?
«La vedo molto dura, perché anche quest’anno si rischia di non ripartire più. C’è grande amarezza: per chi vive di calcio e di una passione tanto forte, restare fermi così a lungo è una mazzata tremenda. Sarà difficile ripartire, soprattutto sul piano economico: basti pensare alle ripercussioni che la pandemia avrà sugli sponsor, che per il calcio dilettantistico sono di vitale importanza. La speranza è che ci sia la possibilità di tornare presto alla “normalità” e di sconfiggere questo virus. Vorrebbe dire ritrovare il piacere di fare sport e recuperare quella “valvola di sfogo” che ci manca tremendamente».

20/01/2021

«TRE DOMANDE A…»: OGGI TOCCA AL PORTIERE ALESSANDRO NIN, CLASSE 1998

Terzo articolo della nuova rubrica «Tre domande a…»: oggi diamo la parola al giovane portiere Alessandro Nin (nella foto), classe 1998.
1. Qual è la squadra avversaria più forte affrontata quest’anno?
«Difficile sceglierne una, dipende da tanti fattori. A metterci maggiormente in difficoltà sono state Atletico Conselve e Virtus Agna».
2. C’è stato un giocatore avversario che ti ha particolarmente impressionato?
«Da portiere osservo soprattutto le prestazioni di chi gioca nel mio stesso ruolo. In tal senso ricordo bene la prova del portiere del San Martino Saonara, autore di diversi interventi decisivi che hanno permesso alla sua squadra di vincere la partita».
3. Qual è il tuo pensiero sulla conclusione di questa stagione?
«Temo che quest’anno non si riparta più. Il campo ci manca tantissimo, ma prima di tutto bisogna pensare alla sicurezza dei giocatori e delle loro famiglie».

18/01/2021

NUOVO APPUNTAMENTO CON LA RUBRICA «TRE DOMANDE A…»: PAROLA AL CENTRAVANTI MARCO GASTALDELLO

Secondo appuntamento con la nuova rubrica «Tre domande a…»: oggi è il turno del centravanti Marco Gastaldello (nella foto), classe 1998.
1. Qual è la squadra avversaria più forte affrontata quest’anno?
«Direi sicuramente l’Atletico Conselve: una compagine ben strutturata e forte negli spazi, di certo una delle principali candidate ai primi posti della classifica».
2. C’è stato un giocatore avversario che ti ha particolarmente impressionato?
«Non saprei fare un nome, perché nessuno mi ha colpito in modo nettamente superiore agli altri».
3. Come andrà a finire questa tribolatissima stagione sportiva?
«Personalmente sono piuttosto pessimista. Le misure nazionali di contenimento della pandemia sono già state prolungate sino ai primi di marzo e per riprendere c’è bisogno di una preparazione a livello di gruppo, non solo atletica. Credo, perciò, che le cose siano inevitabilmente destinate a slittare avanti e non ci saranno più le tempistiche necessarie per concludere il campionato. Non so cosa deciderà la Federazione, ma ritengo sia poco realistico continuare a posticipare in attesa di una svolta di cui non possiamo prevedere il momento esatto».

16/01/2021

NUOVA RUBRICA PER LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK: «TRE DOMANDE A…» DAVIDE CARTESAN

Con l’articolo di oggi inauguriamo una nuova iniziativa della nostra pagina Facebook: si tratta della rubrica «Tre domande a…», che apriamo sentendo il giovane attaccante Davide Cartesan (nella foto), classe 2000.
1. Qual è stata la squadra avversaria più forte incontrata in questo avvio di stagione?
«Sinceramente, sul piano tecnico, non ho trovato nessuna compagine alla nostra altezza. Se proprio devo sceglierne una, direi l’Atletico Conselve: una formazione molto giovane, dotata di un buon organico».
2. C’è stato un giocatore avversario che ti ha maggiormente impressionato?
«Non mi ha stupito nessuno più di altri. Ciò che mi ha sorpreso è il tasso tecnico della nostra squadra, che va ben oltre una Seconda Categoria».
3. Stagione 2020/2021: si riparte o non si riparte?
«Personalmente la vedo molto dura. Se non ci venisse data l’opportunità, spererei almeno di riprendere con qualche amichevole. Siamo un po’ tutti in “astinenza”, ma è innegabile che la salute venga prima di qualsiasi altra cosa».

13/01/2021

IL CALCIO DILETTANTISTICO E I TANTI DUBBI CHE ACCOMPAGNANO IL 2021: INTERVISTA A TUTTO TONDO AL NOSTRO PRESIDENTE FEDERICO LUNARDI

Il 2020 è finalmente alle spalle ma sul 2021 aleggiano ancora tanti dubbi per ciò che riguarda l’effettiva ripresa dell’attività sportiva dilettantistica.
Oggi vi proponiamo una bella e ampia intervista al nostro presidente Federico Lunardi (nella foto), a cui abbiamo chiesto un parere sul difficile momento che stiamo vivendo.
«Per ciò che riguarda lo sport, non vedo segnali molto positivi – sostiene il patron neroverde – La stessa riapertura delle scuole superiori posticipata a febbraio la dice lunga su cosa potrà accadere nel nostro “mondo”. Logicamente c’è tanta amarezza, perché togliendoci il calcio ci privano di quel poco divertimento che ormai ci è rimasto. Come Pernumia riprendiamo i nostri allenamenti individuali, in piena sicurezza e nel rigoroso rispetto del protocollo anti-Covid. Tuttavia resto convinto che servirebbe almeno un mese di preparazione vera e propria prima di riprendere le partite: se la ripresa del campionato slittasse a fine marzo o ai primi di aprile, sarebbe pressoché impossibile terminare la stagione. In tutti noi c’è grande tristezza, perché come società avevamo investito tanto: ci eravamo posti degli obiettivi ambiziosi e non ne abbiamo fallito nemmeno uno. Ci eravamo impegnati nella struttura dello stadio, con il rifacimento del terreno di gioco, e abbiamo ottenuto un risultato incredibile: ci siamo stretti attorno alla prima squadra con un’organizzazione puntigliosa e capillare, con cui siamo riusciti a curare ogni singolo aspetto tecnico grazie ai nuovi innesti nel team dirigenziale. Abbiamo inserito un sacco di “novità”: trovare il giusto feeling tra spogliatoio, campo e risultati non è mai una cosa istantanea. Qui nessuno ha la bacchetta magica, ma posso garantire che in allenamento c’è sempre stata la massima serietà e che i ragazzi hanno sempre cercato di mettere in pratica gli insegnamenti e le direttive del mister. A mio avviso la baraonda che si era creata per effetto del virus tra “si gioca”, “non si gioca” e “forse si gioca” aveva un po’ spento la squadra: non sono qui a cercare scuse o alibi, sia chiaro, ma se il campionato fosse scivolato via regolarmente i risultati sarebbero arrivati».
Come state vivendo un periodo così surreale?
«Continuiamo a restare uniti e a non perderci d’animo, cercando di mantenere una discreta condizione fisica in attesa di buone notizie. Se domani ci dicessero che è tutto finito e che si può tornare a giocare, sono certo che tutti arriverebbero al campo con le bave alla bocca. Il calcio è la nostra passione e quando te la tolgono ti si accumula una voglia incredibile. È come tenere un cavallo chiuso in gabbia per tanto tempo: alla prima corsa, darà tutto ciò che ha per scatenarsi».
Nella peggiore delle ipotesi, con un eventuale annullamento della stagione, cosa succederebbe?
«Il Pernumia continuerebbe a fare ciò che ci è permesso: stare insieme, proseguire gli allenamenti in sicurezza e nel pieno rispetto delle regole e pensare al prossimo anno. Di certo non ci dobbiamo abbattere e non possiamo cancellare quanto siamo riusciti a costruire. Speriamo di tornare presto a vedere il sereno e a calciare il nostro amato pallone sull’erba appena tagliata, assaporando fino in fondo il rumore dei tacchetti e l’essenza di questo sport straordinario».

10/01/2021

IL DETTAGLIO DELLE NOVE PARTITE CHE MANCANO AL TERMINE DEL GIRONE DI ANDATA: QUATTRO GLI IMPEGNI CASALINGHI E CINQUE IN TRASFERTA

Nelle sei giornate di campionato disputate prima della sospensione, il Pernumia ha raccolto 5 punti frutto di una vittoria (San Lorenzo Albignasego), due pareggi (Atletico Conselve e Borgoforte) e tre sconfitte (San Martino Saonara, Union Voltaroncaglia e Virtus Agna).
Se dovesse trovare conferma l’ipotesi della Figc di portare a termine il solo girone di andata, resterebbero in calendario altre nove gare: quattro in casa (Pegolotte San Michele, Santangiolese, Ponte San Nicolò e La Saccisica) e cinque in trasferta (Pellestrina, Tribano, Sant’Agostino, San Fidenzio Polverara e Junior Anguillara).
Confidando in un miglioramento della situazione sanitaria, si resta in attesa di comunicazioni ufficiali da parte della Federcalcio.

05/01/2021

CHRISTIAN DE SANTIS: «SONO CERTO CHE APPENA RIPARTIREMO AVRÒ LA VOGLIA, LA GRINTA E LA DETERMINAZIONE PER AIUTARE I COMPAGNI A PRENDERSI UNA BELLA RIVINCITA E RITROVARE IL GIUSTO DIVERTIMENTO»

Che ne sarà della corrente stagione sportiva? Abbiamo scambiato due parole con il nostro bomber Christian De Santis (nella foto), che ha espresso così il suo pensiero sulle ipotesi di ripresa suggerite dalla Federcalcio.
«Siamo tutti in attesa di capire l’evolversi della situazione, perché la voglia di tornare in campo è davvero enorme. Per chi vive il calcio come me, la passione e il desiderio di tornare a calciare un pallone sono qualcosa di incredibile. L’idea di concludere il solo girone di andata lascia parecchia amarezza, perché un percorso a metà non è neanche lontanamente paragonabile ad un campionato vero e completo. In ogni caso dovremo prendere in mano la situazione per toglierci al più presto dall’attuale posizione di classifica: forse non faremo più in tempo a puntare in alto, visto l’esiguo numero di partite, ma abbiamo i mezzi e le carte in regola per far capire a tutti che il Pernumia non è quello che si è visto nelle prime giornate. Dentro di me è finalmente scoccata quella scintilla che all’inizio non c’era: sono certo che appena ripartiremo avrò la voglia, la grinta e la determinazione per aiutare i compagni a prendersi una bella rivincita e ritrovare il giusto divertimento. Ad oggi, tuttavia, è difficile fare pronostici: la situazione sanitaria è ancora instabile e restano parecchi dubbi sull’effettiva possibilità di portare a termine almeno il girone di andata».

30/12/2020

LORENZO MASCOTTO: «SE CI SARÀ UNA RIPRESA, BISOGNERÀ AFFRONTARE OGNI SINGOLA PARTITA COME UNA FINALE»

Ancora poche ore e questo sciagurato 2020 sarà finalmente alle spalle. Abbiamo chiesto un bilancio dell’anno calcistico al nostro direttore sportivo Lorenzo Mascotto, che ha espresso volentieri anche un’opinione sulle prospettive di ripresa dell’attività sportiva dilettantistica.
«La priorità logicamente va alla salute, ma spero con tutto il cuore che il 2021 ci dia maggiori soddisfazioni. In tal senso, sono abbastanza fiducioso per quanto riguarda l’ipotesi di riprendere a gennaio o febbraio. Il bilancio del nostro avvio di stagione? Ci aspettavamo sicuramente qualcosa in più, ma come ho sempre detto il nostro obiettivo principale resta la salvezza. Ad oggi ci ritroviamo nella parte bassa della classifica: quindi, se ci sarà una ripresa, bisognerà affrontare ogni singola partita come una finale. Sono fiducioso: abbiamo un grande gruppo e un organico fantastico, formato da ragazzi che hanno sempre dato l’anima. Non siamo andati a prendere altri giocatori proprio perché abbiamo piena fiducia nei nostri. Spero che questa interruzione ci abbia dato l’opportunità di resettare, in modo da riprendere con un’altra mentalità».

28/12/2020

MATTIA BORON: «IL 2020 È STATO L’ANNO IN CUI IL PERNUMIA HA FATTO UN ENORME PASSO IN AVANTI COME ORGANIZZAZIONE E AMBIZIONI»

Ultime ore di questo sofferto e surreale 2020: per tracciarne un bilancio sul piano calcistico abbiamo parlato direttamente con il nostro capitano Mattia Boron (nella foto), classe 1990.
«È difficile fare un’analisi squisitamente sportiva, perché la situazione legata al Covid ci ha consentito di disputare pochissime gare. Guardando il bicchiere mezzo pieno, possiamo dire che il 2020 è stato l’anno in cui il Pernumia ha fatto un enorme passo in avanti come organizzazione e ambizioni. Questo grazie al fondamentale e instancabile lavoro del presidente e di tutto lo staff. Come squadra abbiamo capito di cosa abbiamo bisogno per crescere e raggiungere obiettivi importanti. Il 2021? Prima di tutto mi aspetto di poter finalmente tornare in campo e ritrovare al più presto una buona condizione. Dovremo essere bravi a mettere in pratica tutto ciò che abbiamo appreso dalle sconfitte e dalle prestazioni negative».

26/12/2020

MICHAEL FURLAN: «LA SFIDA PIÙ DURA SARÀ RITROVARE LA CONDIZIONE FISICA MA SOPRATTUTTO QUELLA MENTALE, PER AVERE IL GIUSTO APPROCCIO ALLE PARTITE»

Bilancio di inizio stagione: oggi la parola va al centrocampista Michael Furlan (nella foto), che traccia così la sua personale disamina sul cammino del Pernumia.
«Siamo stati troppo sicuri di noi stessi e probabilmente ci siamo montati un po’ la testa, convinti di portare a casa risultati importanti senza tanti problemi. Come sempre, invece, l’umiltà va al primo posto: avendo un ottimo potenziale, sono certo che lavoro e sacrificio ci porteranno lontano».
Cosa pensi della possibile ripresa?
«Credo non sia semplice per nessuno riattaccare la spina. Bisognerà ripartire pressoché da zero e mentalmente non sarà facile, pur avendo tanta voglia di tornare in campo. La sfida più dura sarà ritrovare la condizione fisica ma soprattutto quella mentale, per avere il giusto approccio alle partite. Dovremo lottare per la salvezza, quindi l’impegno dovrà essere doppio. Vedremo se saremo pronti: la voglia e il potenziale ci sono, resta solo da far parlare il campo».

Video (vedi tutte)

Ubicazione

Telefono

Indirizzo


Via G. Verdi 9
Pernumia
35020
Altro Squadra sportiva dilettantistica Pernumia (vedi tutte)
MAI DOMI C5 MAI DOMI C5
Pernumia

Pagina ufficiale dei Mai Domi C5

ASD arcieri Sagittario del Veneto ASD arcieri Sagittario del Veneto
Via Della Pria 1
Pernumia, 35020

La società Arcieri Sagittario del Veneto ha come scopo praticare e diffondere il tiro con l'arco.