Agnese Camillini S&Co.ach

Agnese Camillini S&Co.ach

Agnese Camillini Strength and Conditioning Coach

24/12/2020

🎅🏻🏋🏻‍♀️

24/12/2020
11/12/2020

Ultimo allenamento prima di Natale 💪🏼

[CHRISTMAS TRAINING]

🎥 Non vi lascio certo soli, ci alleniamo anche alla VIGILIA

📆 24 DICEMBRE ORE 09.30

❓COME FARE?
Basta accedere a Facebook, andare qui sulla mia pagina e l'allenamento sarà trasmesso IN DIRETTA

🧠Evento condiviso e ideato con Athletics & Performance Center

👨‍👩‍👦‍👦Allenamento alla PORTATA DI TUTTI!!!!
Radunatevi in famiglia e prima della grande abbuffata, ci divertiamo insieme

😍 Spargi voce!

Ah dimenticavo...
IL FUNCTIONAL A NATALE
UN VALIDO METODO ANTIVIRALE
Agnese Camillini S&Co.ach
Valerio Tauro. Health & Movement Coach

04/12/2020

🎅🏻🏋🏻‍♀️

[NEW CHRISTMAS EVENT]

❤Collaborazione fortemente voluta con Athletics & Performance Center ragazzi e professionisti delle scienze motorie MAGNIFICI

🔮DI COSA SI TRATTA?

📝 PROVA AD INDOVINARE, al primo, in regalo un GADGET

🖥 State collegati per scoprirne di più

🧠Non si può mai attraversare l'oceano se non si ha il coraggio di perdere di vista la riva.”

❤Sempre qualcosa di nuovo!
Valerio Tauro. Health & Movement Coach
Agnese Camillini S&Co.ach

Come gestire al meglio la sosta? Parola ad Agnese Camillini 25/11/2020

Programmare... ri-programmare... agire 💪🏼

🏉🏋🏻‍♂️

Come gestire al meglio la sosta? Parola ad Agnese Camillini In questo periodo di sosta forzata dovuta al Coronavirus, con le competizioni rinviate a gennaio 2021, è fondamentale gestire nel modo più corretto la parte atletica. Il preparatore atletico dell& #…

E TU PER “ALLUNGARE” I MUSCOLI…. FAI STRETCHING? – myfitnessclub 08/05/2020

🥁un mio articolo per la MyFitnessClub 🙏🏻

E TU PER “ALLUNGARE” I MUSCOLI…. FAI STRETCHING? – myfitnessclub Tutt’oggi molti professionisti del fitness o preparatori atletici, magari perché  influenzati dai dogmi del BodyBuilding degli anni 80 o perché si sono persi la lezione sulla fisiologia dell’esercizio fisico, tendono ad associare allo stretching un miglioramento della flessibilità e della mo...

Sindrome dell’ovaio policistico, obesità ed esercizio fisico 22/04/2020

OVAIO POLICISTICO: Consigli pratici

👭La Sindrome dell'Ovaio Policistico (PCOS) è una sindrome multifattoriale che provoca una disfunzione cronica dell'attività ovarica.

📚Le esatte cause dello scompenso metabolico e ormonale che la determina sono oggetto di studi scientifici, dai quali si è visto che seguendo regolarmente esercizio fisico e una dieta corretta, siano delle strategie essenziali per migliorare i sintomi della PCOS.

👩‍🎓All'interno dell'articolo la brillante collega Dr. Silvia Capozza - Prevenire le Malattie con il Movimento riporta cosa dice la scienza riguardo la gestione di questa situazione e come è possibile diminuirne i diversi fattori di rischio, migliorando la salute riproduttiva e generale della donna che ne è affetta.

❤️Buona lettura

Sindrome dell’ovaio policistico, obesità ed esercizio fisico La Sindrome dell’Ovaio Policistico è una patologia molto frequente nel sesso femminile. Ecco come si associa all'obesità e all'esercizio fisico.

Artrosi al ginocchio: una gamma di esercizi alternativi 08/04/2020

🦵🏼L’artrite al ginocchio è una delle più comuni malattie articolari. I sintomi principali sono il dolore e la disabilità fisica.

🏃🏻‍♂️Una valida strategia per prevenire e curare questa condizione è l'esercizio fisico.
Grazie ad un programma d’allenamento ben strutturato è possibile alleviare il dolore e migliorare la mobilità dell'articolazione.

👇🏻Riporto qui un articolo interessantissimo della mia collega e amica Dr. Francesca Buccoliero in cui illustra quando e in quali modalità è possibile sfruttare l’esercizio fisico come una forma di trattamento non chirurgico dell’artrosi al ginocchio.

🙋🏻‍♀️Buona lettura

Artrosi al ginocchio: una gamma di esercizi alternativi I numeri legati all'artrosi al ginocchio crescono: per questo diventa utile sfruttare un approccio terapeutico composto da esercizi alternativi.

06/04/2020

FACCIAMO UN TEST?

🤔Se 7/8 ore della giornata le trascorri a dormire, 2 a tavola...le altre 14/15 ore come le impieghi?

É una domanda che mi sono posta e che mi ha portato a fare alcune ricerche. Quella che sicuramente più mi ha sconvolta riportava che, in termini di rischi e mortalità, stare seduti per più di 8 ore al giorno equivale ad avere lo stile di vita di un fumatore e di un obeso.

É certamente vero che in questo periodo la tendenza al “dolce far nulla” ha preso grande sopravvento. E allora perché non scuotersi da questo torpore? E perché da settimane i personal trainer ci spronano sui social a non abbandonare l’esercizio fisico usando anche attrezzature fai da te?

Muoversi è importante perché ci mantiene attivi sia fisicamente che MENTALMENTE, ma sono soprattutto i dati dei ricercatori che ci devono far riflettere.

🌍Numerosi studi hanno dimostrato che la scarsa attività fisica è un importante fattore di rischio di mortalità, responsabile addirittura di oltre 5 milioni di morti ogni anno nel mondo.

👨‍🏫In uno studio condotto da Ekelund e il suo team, è stato valutato il tempo giornaliero speso seduto e quello passato davanti alla TV, suddividendo tali misure in quattro diversi livelli di sedentarietà.
E’ stato visto che passare 5 o più ore davanti alla TV si associava ad aumentata mortalità indipendentemente dal livello di attività fisica; lo stesso avveniva con il gruppo che passava almeno 3 ore di tempo davanti alla TV.

🏃‍♂️Queste analisi indicano che alti livelli di attività fisica, 60 a 75 minuti al giorno di moderata intensità, sembrano eliminare l'aumento dei rischi associati alla mortalità dovuti all'eccessivo tempo speso nello stare seduti.

🏋️‍♀️Sono molte le ragioni per dedicare più tempo all'esercizio fisico. Mantenendoci fisicamente attivi, infatti, si liberano endorfine, le quali vanno a migliorare l’umore dando un senso di felicità. Per di più si previene l'invecchiamento precoce e si evitano eventuali rischi connessi come: ipertensione, ipercolesterolemia, rischio di cancro e di malattie del sistema muscolo-scheletrico come l'artrite, osteoporosi o fibromialgia.

🏠Se si è costretti a stare in casa a causa del Covid-19, non significa che si debba smettere di fare movimento. È importante sfruttarlo come escamotage per rompere la routine.

📊Anche l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda "150 minuti di attività fisica ad intensità moderata o 75 minuti di attività fisica ad intensità vigorosa a settimana, o una combinazione di entrambi".

E' stato dimostrato in numerose ricerche che, durante lunghi periodi di inattività fisica, si verifica il fenomeno dell'atrofia muscolare. Questa perdita di massa muscolare non è un processo che avviene nelle stesse modalità, è diverso infatti se si tratta di giovani o adulti.
Dopo quindici giorni passati con una gamba immobilizzata, i giovani perdono fino ad un terzo della loro forza iniziale, mentre i soggetti più in là con l’età fino ad un quarto. “La perdita di forza fisica per il giovane equivale ad un invecchiamento di circa mezzo secolo".

👨‍👩‍👧‍👦Capiamo bene come l'esercizio fisico regolare è imprescindibile per la nostra salute generale, soprattutto per il sistema immunitario che si trova a fronteggiare il virus.
Bisogna cercare nuove opportunità di movimento.

💻Un consiglio, se poco motivati, è quello di farlo insieme ad un amico/a tramite “piattaforme social”.
Nel caso in cui è inevitabile evitare questi lunghi periodi di tempo seduti a causa del lavoro, è importante essere fisicamente attivi.

👩‍🎓Come si evince dallo studio è già sufficiente compensare l'inerzia con 1 ora di attività fisica per 8 ore di seduta!

❤️ "Vivi la vita alla ricerca dell’opportunità di includere il movimento. Ogni piccolo movimento conta ".

Want your business to be the top-listed Gym/sports Facility?

LET ME ENHANCE YOUR PERFORMANCE!

Da sempre sono stata attratta dal mondo dello sport, soprattutto da quello di squadra.

Da piccola ne ho provati diversi, spronata involontariamente da mio padre (ex professore di educazione fisica e allenatore di varie società sportive nella città in cui vivo) che mi portava con sé ad assistere ai suoi allenamenti di baseball, calcio e tennis.

Passato l’esame di maturità, non esitai un solo momento nella scelta del percorso di studi da intraprendere!

Durante gli anni accademici non avevo ancora ben chiaro cosa avrei fatto una volta uscita da Scienze Motorie: ero affascinata sia dal mondo sportivo e della performance che da quello rieducativo e adattato.

Website