CAI - Sezione di Firenze

CAI - Sezione di Firenze

Commenti

Perdonatemi la non stretta attinenza con il vostro gruppo ma per ritrovare questa canina ho bisogno di informare quanti più escursionisti e camminatori possibili perché si è persa nel bosco tra la Consuma e Vallombrosa. Vi ringrazio per il vostro aiuto

Toscana, tra Consuma e Vallombrosa.
16 agosto, ore 15:00

SMARRITA , SIAMO DISPERATI!!!! 😔😔

Tea è scappata dalla macchina oggi nel pomeriggio a Vallombrosa, è una canina di 5 mesi molto spaventata da tutto e da tutti. Piccola, pelo chiaro, è probabile che non si lasci avvicinare perché impaurita.

Se la vedete NON PROVATE AD AVVICINARLA altrimenti riscapperà: cercate di non perderla di vista e noi arriveremo il prima possibile. Se avete dei cani è invece possibile che lei provi ad avere un contatto con loro e ci sono quindi probabilità che si avvicini.
È necessario comunque non avere movimenti bruschi e la cosa migliore è chiamarci immediatamente.

Speriamo in un miracolo, siamo affranti.

Per chiunque la veda o possa aiutarci in qualche modo scriva a me o chiami
3351419156
3397976707

Se potete, condividete il post!
Grazie ❤️
Quelle ingombranti pale eoliche da piantare sui verdi crinali del Mugello…
Associazione di volontariato Idra

Tel. 055.22.39.92, 055.233.76.65, 320.053.52.58

[email protected], [email protected]; http://www.idraonlus.it, https://www.facebook.com/idra.firenze

COMUNICATO STAMPA, 4.6.’20

Impianto eolico sui crinali del Mugello, partecipazione e trasparenza: l’assessora regionale Fratoni replica a Idra.

Ma non risponde alle contestazioni.

Intanto si aggrava il quadro di valutazione del progetto.

Una lettera dai contenuti difficilmente decifrabili quella inviata il 28 maggio a Idra dall’assessora all’Ambiente della Regione Toscana Federica Fratoni dopo che, due giorni prima, l’associazione fiorentina aveva sollecitato dal presidente Enrico Rossi un “intervento di garanzia” sul progetto di impianto eolico Monte Giogo, fra Vicchio e Dicomano.
È stato avviato infatti fra mille limitazioni e condizionamenti un percorso solo apparentemente partecipativo di Inchiesta pubblica, nonostante il conclamato e perdurante stato di emergenza sanitaria nazionale (dichiarata, salvo proroghe, fino al prossimo 31 luglio, con la delibera del 31 gennaio 2020 del Consiglio dei Ministri).

Nell’appello a Rossi si rimarcava che le procedure adottate nella cosiddetta “Inchiesta pubblica” appaiono ledere i diritti di cittadinanza delle comunità interessate: le proposte alternative formulate nel corso delle due prime sessioni sono state respinte, infatti, così come sono state ignorate le vibranti espressioni di dissenso argomentate in più interventi. Inoltre il percorso fissato espone a oggettivo rischio sanitario da pandemia Covid19 le componenti più fragili della popolazione.

Nessun cenno a tutto questo, invece, nella replica dell’assessora Fratoni. Che non dà riscontro neppure alle altre contestazioni sulle modalità di svolgimento dell’“Inchiesta pubblica”.

Nessun cenno ai dubbi sollevati sull’opportunità di designare alla Presidenza di un percorso così ‘sensibile’ per il tipo di tematica ambientale e sociale una personalità che del territorio ignora – non avendolo quanto meno visitato - le peculiarità, le potenzialità, i vincoli sociali, morfologici, orografici, ambientali.

Nessun cenno all’invito a coinvolgere nel procedimento anche i cittadini, le associazioni, gli studiosi e le istituzioni delle altre aree interessate dagli impatti sulla viabilità e dalle opere accessorie, e da quelli sul paesaggio, costituzionalmente protetto da uno degli enunciati cardine della nostra Carta, l’art. 9.

L’assessora fa riferimento invece alla precedente nota di Idra del 19 maggio. Ma non dà riscontro alla sostanza degli argomenti sollevati. In particolare, alla proposta di dotare di senso l’operazione-inchiesta permettendo alla cittadinanza coinvolta nel procedimento di avvalersi delle osservazioni che entro il 14 luglio avranno presentato anche gli organismi tecnici (ARPAT, Soprintendenza, uffici tecnici della stessa Regione, Comuni, ecc.): questi dati, e la ricchezza informativa che ne scaturirebbe, permetterebbero ai cittadini – orizzontalmente e in rete fra loro – di perfezionare l’espressione del proprio parere nelle audizioni previste.

Ebbene, a fronte di tutto ciò, l’assessora Fratoni “ritiene che siano state accolte le richieste manifestate nel corso dell'audizione preliminare e quelle pervenute via posta elettronica da codesta Associazione”! Probabilmente non è stata bene informata dai suoi Uffici…

Ecco perché Idra ha ripreso, come si suol dire, carta e penna, e ha indirizzato ieri all’assessora e al presidente Rossi, ma ancora una volta anche alla Presidente dell’Inchiesta, al Direttore del Dipartimento Prevenzione della ASL Toscana Centro, al Responsabile Paesaggio della SABAP e al Difensore Civico della Toscana, una reiterazione della richiesta di intervento di garanzia. Corredata, questa volta, da un eloquente campionario di citazioni (leggibili qui) dai pareri che le istituzioni coinvolte nel procedimento hanno sin qui formulato.

“Le prime osservazioni sul progetto depositate dagli Enti tecnici – scrive Idra a Rossi e a Fratoni - attestano la presenza di una tale mole di carenze, di una tale quantità di integrazioni richieste, da legittimare con ancora maggior forza un’istanza dettata dal buon senso: i cittadini che partecipano all’Inchiesta, oltre a godere dell’avvenuto ripristino della piena libertà di circolazione, di riunione, di documentazione e di ispezione del territorio, siano chiamati a esprimersi sul progetto non prima, ma dopo aver potuto leggere il repertorio di osservazioni prodotte dagli organismi tecnici pubblici nel procedimento finalizzato al rilascio del Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale, e dopo aver potuto conoscere gli adeguamenti progettuali e documentali effettuati dal proponente in ottemperanza alle indicazioni e alle prescrizioni ricevute”.

E conclude con un ennesimo quesito in attesa di risposta:
“Ci si domanda di conseguenza se sia ragionevole, da parte della Regione Toscana, invitare i cittadini, e i soggetti pubblici competenti, a investire il proprio tempo nella valutazione di un progetto che – stando anche solo ai rilievi fin qui menzionati, alcuni dei quali formulati anche dopo la presentazione, da parte del proponente, della documentazione integrativa richiesta – presenta così numerose falle. E’ prevista in altre parole, chiediamo, al momento in cui si decide di avviare un procedimento, l’attivazione di un qualche filtro che preventivamente garantisca un tasso minimo di completezza e di qualità ai progetti pubblicati e sottoposti all’attenzione pubblica?”.
Video celebrativo dei 50 anni di attività canora del Coro "LA MARTINELLA" del CAI Firenze. Sulle note de La Montanara
scorrono le immagini dei tanti momenti di vita del nostro coro.
Grazie all' A.N.A., al CAI di Firenze, a tutti i maestri e i coristi che si sono avvicendati negli anni, a quelli che sono andati avanti, a quelli che ancora oggi partecipano attivamente e a tutto il nostro pubblico che ci ha seguito e che continuerà a farlo dal vivo o tramite i social media.
Comunicato del Comitato, aggiornamento Inchiesta Pubblica....che poi di "pubblico" diteci che cosa ha.....
Seconda videoconferenza su piattaforma Zoom del Comitato che si oppone alla realizzazione di un progetto eolico industriale denominato Monte Giogo di Villore, Vicchio FI (Mugello). Per accedere, posti limitati a 100, accedere alla pagina Fb Crinaliliberi o contattare [email protected]
con preghiera di diffusione.
il past president GABRIELE BIANCHI, attualmente animatore della Coralità Nazionale CAI, è andato avanti. R.I.P.
Vi aspettiamo!
Parancomania 😎 AG1 in action
A breve la presentazione del libro a Firenze! Seguiteci.
La bufera di vento ha reso difficilmente praticabili i sentieri di accesso al rifugio Forte dei Marmi. Chiamare il rigugio prima di andarci
Buongiorno,
rifarete il corso di escursionismo di base nel 2019? Grazie.

Il CAI (Club Alpino Italiano) è una associazione che ha come scopo la frequentazione responsabile, la cultura, la tutela e lo studio delle montagne italiane.

Il Club Alpino Italiano di Firenze nasce il 1 luglio del 1868 dopo 5 anni dalla costituzione di quello nazionale: un’associazione con una storia di oltre 150 anni. La storia della Sezione fiorentina è consultabile qui https://caifirenze.it/sezione/storia/
***

Normali funzionamento

22/04/2022

GSF – Speleoweekend 7/8 e 21/22-5-2022

Il Gruppo Speleologico Fiorentino C.A.I. organizza due fine settimana di avvicinamento alla speleologia.

I corsi della durata di due intere giornate, prevedono 2 lezioni teoriche e 2 pratiche e sono previsti per

7 – 8 maggio (con presentazione del corso e chiusura iscrizioni martedì 3 maggio) INFO

21-22 maggio (con presentazione del corso e chiusura iscrizioni martedì 17 maggio)

Per info scrivere a:
[email protected]

o telefonare
Riccardo 3409885235
Lorenzo 3396585362
Luca 3397989333

20/04/2022

EVENTO 𝐌𝐎𝐍𝐓𝐀𝐆𝐍𝐀 𝟑.𝟎. 𝐅𝐫𝐨𝐦 𝐅𝐥𝐨𝐫𝐞𝐧𝐜𝐞 𝐭𝐨 𝐌𝐨𝐧𝐭 𝐁𝐥𝐚𝐧𝐜.
➡️ Giovedì 5 maggio, ore 21:00 presso il cinema Fondazione Stensen, Firenze.
🎟 Info e biglietti👇
https://bit.ly/montagna30

Vi aspettiamo alla serata-evento Montagna 3.0. From Florence to Mont Blanc dedicata all’alpinismo giovanile e alla storia dei due giovanissimi alpinisti fiorentini Francesco Bruschi e Francesco Tomè che presenteranno i due mediometraggi autoprodotti: l'inedito From Florence to Mont Blanc, il viaggio e la storia di un’amicizia dalla porta di casa alla vetta del Monte Bianco, e il loro primo progetto Alpi Apuane-Terre selvagge.

L’evento è organizzato da ITACA The Outdoor Community in collaborazione con CAI - Sezione di Firenze

Florence by bike Grivel CAI - Club Alpino Italiano

Photos from CAI - Sezione di Firenze's post 04/04/2022

Giovedì 21 aprile 2022
"Le vie dei fiorentini "
Una serata di storie d’alpinismo fiorentino, raccontate da alcuni dei protagonisti.
Necessaria prenotazione a [email protected]

04/04/2022

Speleotrek sabato 2 aprile 2022

Grazie a Silvio, Pietro, Riccardo, Anna e Federica del Gruppo Speleologico Fiorentino CAI della sezione, per aver scaldato questa poco primaverile giornata con le parole e l'entusiasmo di chi ha una grande e si può davvero dire, "profonda" passione. Arrivederci al prossimo SpeleoWe!

Photos from CAI - Sezione di Firenze's post 23/03/2022

Ieri sera 22 marzo ha avuto inizio il corso di escursionismo base e avanzato 2022 con la partecipazione di 36 allievi divisi nei due corsi.
Si conferma di nuovo, anno dopo anno, con numerose iscrizioni ai nostri corsi, l'interesse per apprendere in maniera consapevole, tutte le nozioni per affrontare in sicurezza la montagna.

17/03/2022

L’escursione è un’anello di circa 15 Km per complessivi 775 metri di dislivello positivo. Il percorso richiede un minimo di allenamento, soprattutto nel tratto iniziale dove si risale la ripida forra del Rio Buti lungo un sentiero marcato EE ( ma non particolarmente difficile, non esposto, e attrezzato con corde nei tratti più ripidi).

Lo scopo dell’escursione è didattico – divulgativo relativamente al mondo della speleologia. Sarà infatti possibile osservare i diversi fenomeni carsici presenti in Calvana, esplorando a ritroso il percorso che compie l’acqua: dalle risorgenze alle zone di assorbimento. Lungo il tragitto avremo modo di osservare sorgenti, ingressi grotta (rami fossili e attivi, ingressi alti e bassi), doline

Per info scrivere a:
[email protected]

o telefonare
Riccardo 3409885235
Lorenzo   3396585362

Per la descrizione del percorso: https://caifirenze.it/gite-ed-escursioni/gsf-speleotrek-in-calvana-2-4-2022

16/03/2022

LA RISERVA NATURALE DEL CONTRAFFORTE PLIOCENICO

🗓️ Sabato 26 marzo
Ciclo-escursione intersezionale con Castelfranco in Emilia 🤝🚵‍♀️

Pedalando sui sentieri della riserva intersecheremo anche la Via degli Dei, salendo sul Monte Adone passando per i Monti del Frate e Mario.

👉 ISCRIZIONI entro il 24.03 su:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSe82OcXIKcAB5vu72KW0pjfY3690hyrW9gJs1ui4PIEcb6-uA/viewform

Photos from CAI Toscana's post 15/03/2022

Photos from CAI Toscana's post

Photos from CAI - Sezione di Firenze's post 15/03/2022

Alla Capanna Sicuteri nella nebbia - uscita GEEO 6.2.22.
Foto di e Laura S.

09/03/2022

Corso di Escursionismo

La Scuola Intersezionale di Escursionismo “Lupi dell’Appennino” organizza su incarico delle Sezioni CAI di Firenze e Scandicci il:
6° Corso di Escursionismo Base E1 e Avanzato E2.

E1: 12 serate teoriche e 6 uscite pratiche
E2: 14 serate teoriche e 9 uscite pratiche
I Corsi sono rivolti a tutti i Soci maggiorenni del Club Alpino italiano che desiderano acquisire conoscenze teorico/pratiche finalizzate all’attività escursionistica.
Non meno importante, la possibilità di conoscere altre persone con cui condividere la passione per la montagna.

I corsi avranno inizio in questo mese di marzo 2022 e termineranno nel mese di luglio.

ISCRIZIONI:
Esclusivamente Mercoledì 16 Marzo dalle ore 21,15 contemporaneamente nelle rispettive sedi CAI di:
Firenze: via del Mezzetta 2/m.
Scandicci: via Pisana 36/B (interno).
Qualora non fosse raggiunto il numero massimo di allievi, le iscrizioni saranno riaperte Giovedì 17 Marzo con le stesse modalità.

IMPORTANTE: i posti disponibili per ciascuna sezione sono: 8 per il corso E1 e 2 per il corso E2.
(Alcuni posti sono stati riservati agli iscritti 2020 che si videro annullare il corso causa Covid.)

03/03/2022

Sabato 19 Marzo – ore 9.00
Commissioni Regionali TAM Emilia-Romagna e Toscana

Colla della Maestà – Giogo di Villore – La Colla

Questa traversata del crinale appenninico ci porterà al Giogo di Villore dove è prevista l’installazione di un impianto di pale eoliche di notevoli dimensioni (90 metri di fusto e 80 metri di pala per un’altezza complessiva da terra di 160 metri), che saranno visibili da grande distanza.

Potremo provare quindi a immaginare l’aspetto del crinale a seguito dell’installazione.

Dettagli:
per info e prenotazioni Toscana: Giovanni Berti 320 0974081 – [email protected]
per info e prenotazioni Emilia-Romagna: Stefano Gentilini 342 8088385 - [email protected]

Ritrovo: ore 9.00 – Colla della Maestà
Percorso: Colla della Maestà – Giogo di Villore – La Colla e ritorno

Difficoltà: E
Dislivello: +350 m / -350 m
Distanza: 15 km

01/03/2022

In una grotta delle Alpi Apuane, 650 metri sottoterra, si trova l’opera d’arte più profonda al mondo. È un colosso di marmo, un gigante n**o addormentato nel cuore della terra, al quale lo scultore Filippo Dobrilla ha continuato a lavorare per più di 30 anni in assoluta solitudine nell’oscurità della caverna. Ma cosa ha spinto l’artista a calarsi in uno degli abissi più profondi d’Europa per realizzare la sua opera più ambiziosa, ma inaccessibile agli occhi degli uomini?
È questa la domanda alla quale Caveman cerca una risposta, muovendosi fra le segrete passioni giovanili di Filippo, il suo desiderio di isolamento, la sua idea di un’arte pura, senza compromessi.

Filippo Dobrilla, speleologo, scultore ed artista eclettico, è scomparso il 21 Luglio 2019 all’età di 51 anni.
E’ stato un grande interprete della speleologia, ha svolto la parte più importante della sua attività speleologica nelle Alpi Apuane, senza disdegnare spedizioni all’estero. Non ha scritto molto, ma ha esplorato, documentato, fotografato.
Il suo nome ricorre nei più profondi abissi delle Apuane, ha infatti esplorato il Corchia, l’Olivifer, il Saragato, i Draghi Volanti, il Roversi, ovunque serviva “un cambio di marcia e di visione”. L’ha fatto con un suo punto di vista e il suo particolare modo d’essere, contribuendo alla conoscenza geografica del carsismo di quella zona.
Il film di Tommaso Landucci è stato presentato alla Mostra d’Arte cinematografica di Venezia e al Festival dei Popoli di Firenze.



Domenica 6 marzo 2022 – Cinema Stensen ore 18.
Ingresso 7 euro

Biglietti in vendita on-line e presso la biglietteria del cinema (la cassa apre mezz’ora prima del primo spettacolo della giornata).

26/02/2022

Spazio Alfieri - 1 Marzo 20221 - Ore 19.00

Proiezione del documentario “SUL SENTIERO BLU“
Un gruppo di giovani autistici percorre l’antica via Francigena. I protagonisti, insieme ai loro medici ed educatori, percorrono oltre 200 km a piedi in 9 giorni. Un cammino di crescita, tra fatica e divertimento, in cui affrontano ed imparano a gestire emozioni e difficoltà grazie a specifici programmi abilitativi per sviluppare le competenze sociali. Oltre che scientifica, si è trattata quindi di un’esperienza profondamente umana volta a migliorare le relazioni delle persone autistiche. I partecipanti devono infatti adattarsi al nuovo ambiente e cercare un modo per convivere, alla scoperta della loro indipendenza. Il viaggio si concluderà a Roma, dove tra varie autorità incontreranno anche Papa Francesco.

Alla serata parteciperanno Aldo Terreni di e Paolo Cecere di USL Toscana Centro
Biglietti e info: https://spazio.spazioalfieri.18tickets.it/

22/02/2022

Questa sera....

Le attività invernali e le nuove norne.

Per sapere qualcosa sulla nuova regolamentazione dell'attività sulla neve sia in pista che fuori delle piste.
Ne parliamo insieme martedì 22 febbraio 2022 ora 21.00

https://meet.google.com/uoz-tbds-ifd

20/02/2022

Gente della Piana, mettete in agenda!
Mercoledì 23 Febbraio ore 21.15

CAI Sesto Fiorentino
CAI Prato, Sezione "Emilio Bertini" 1885
CAI - Sezione di Firenze

Vi aspettiamo al Cinema Grotta!
📽

16/02/2022

MONTAGNE, NOSTRE PREZIOSE SENTINELLE. I PROGETTI DEL CAI

16/02/2022

Le attività invernali e le nuove norne.

Per sapere qualcosa sulla nuova regolamentazione dell'attività sulla neve sia in pista che fuori delle piste.
Ne parliamo insieme martedì 22 febbraio 2022 ora 21.00

https://meet.google.com/uoz-tbds-ifd

La nostra storia

Il Club Alpino Italiano di Firenze: un’associazione con una storia di oltre 150 anni.
La storia della Sezione di Firenze dal sito caifirenze.it

A Firenze, nel vivace ambiente creato dalla nuova capitale d’Italia, un piccolo gruppo di studiosi e appassionati fiorentini e piemontesi giunti da Torino, si riunisce la sera del 1° luglio 1868 al Museo di Storia Naturale (“la Specola”) per stabilire la nascita di una Sezione del Club Alpino Italiano. Anima dell’iniziativa Igino Cocchi, geologo insigne e profondo conoscitore degli Appennini e delle Apuane. Nel 1869, stabilita la sede in Palazzo Ferroni, la sezione comincia a funzionare con 88 soci; tra loro grandi nomi della politica e della cultura come Ubaldino Peruzzi, Bettino Ricasoli, Lorenzo Ginori Lisci, Odoardo Beccari, Emilio Simi.

Igino Cocchi sarà il primo Presidente, a lui seguirà Lorenzo Ginori Lisci poi Sindaco di Firenze e successivamente l’inglese Richard Henry Budden: grazie alla sua opera, iniziata nel 1873 e durata più di venti anni, la sezione fiorentina assumerà un’importanza internazionale tale da poter annoverare tra i propri soci i maggiori alpinisti europei del tempo come William August Brevoort Coolidge, Henri Cordier e Ludwig Purtscheller.
Pur lontana dalle Alpi la sezione fiorentina si impegna a realizzare gli scopi del sodalizio.
Nel 1874 la Biblioteca sezionale già pubblica un suo catalogo e pochi anni dopo nascerà per opera dei soci fiorentini la Biblioteca Alpina di Lucca.
Nel 1878 s’inaugura un ricovero al lago Scaffaiolo (il primo dell’Appennino tosco-emiliano) e nel 1883 un altro, il “Dante”, al Falterona.

Nel 1924, grazie ad una sottoscrizione aperta con 5.000 lire offerte dal Comune e 2.000 dalla Deputazione provinciale di Firenze, la sezione riesce a raccogliere le 20.000 lire necessarie ad ottenere l’assegnazione del “Regensburger Hütte”, un rifugio dell’Alto Adige (bottino di guerra) situato in Val Gardena ai piedi delle Odle; il rifugio, tuttora uno dei più frequentati delle Dolomiti, prenderà il nome di “Rifugio Firenze”. Noto anche per essere stato meta delle escursioni estive del Presidente della Repubblica Sandro Pertini, nel 1999 diventa proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano e con il 31 dicembre 2010 si esaurisce la concessione a favore del CAI. La Sezione subisce così una grave perdita anche sotto il profilo economico dopo avere per ben 86 anni contribuito con il lavoro e l’impegno dei soci a mantenere e rinnovare la struttura a vantaggio di tutti coloro che amano e frequentano le montagne dell’Alto Adige-Südtirol.

Video (vedi tutte)

Il coro la Martinella
Inaugurazione del sentiero della Memoria a Poggio alla Croce 29/6/2021
Avvicinamento
Quando si deve lavorare, i tempi di trasferimento devono essere ridotti
La presentazione di un libro fotografico e l'inaugurazione della mostra omonima. Momenti fuggenti della natura che Fabri...
Ferrata del Procinto -125 anni- atto finale.
Ferrata del Procinto -125 anni- atto finale.

Ubicazione

Telefono

Indirizzo


Via Del Mezzetta 2/m
Florence
50135

Informazione generale

Apertura sede:
dal lunedi' al giovedì dalle 16.00 alle 19.00,
il venerdì dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

Orario di apertura

Mercoledì 16:00 - 19:00
Giovedì 16:00 - 19:00
Venerdì 16:00 - 19:00

Altro Sport e tempo libero Florence (vedi tutte)
KLAB Fitness, Piscina e Spa KLAB Fitness, Piscina e Spa
Via Del Ferrone 5
Florence, 50125

I centri Klab non sono una semplice palestra ma un'esperienza molto più completa e coinvolgente. 3 Centri in Toscana: Klab Conti - 055215902 / [email protected] Klab Marignolle - 055708787 / [email protected] Klab Proxima B - 057452779 / [email protected]

Divertiamoci Ballando Divertiamoci Ballando
ITALIA
Florence

EVENTO PERIODICO DI DIVERTIMENTO E STUDIO

House of Gaming Firenze House of Gaming Firenze
Viale Donato Giannotti 37R
Florence, 50126

Che cos’è House of Gaming? HoG (acronimo) sarà un posto dedicato agli appassionati di videogiochi e allo stesso tempo al mondo di Esport. I nostri obiettivi sono quelli di far entrare e vivere nel mondo che oggi viene chiamato Gaming.

CSAT FIPS CSAT FIPS
TOSCANA
Florence

Il Coordinamento Toscano , affiliato FIPS softair si occupa di promuovere il campionato PCS e PCN a carattere regionale. Coordinamento libero , e aperto a tutti i club Toscani.

Centro GAV Centro GAV
Via Gran Bretagna 48
Florence, 50126

Centro GAV è uno spazio polifunzionale, multisettoriale e multigenerazionale, progettato all’insegna della condivisione e dedicato alla valorizzazione del movimento, del benessere, del sociale

JG Academy - Firenze JG Academy - Firenze
Via Luigi, Vamba, Bertelli 23
Florence, 50135

Corso di Combattimento Coreografico di Lightsaber. Allenamento funzionale a corpo libero e di spada allo scopo di strutturare coreografie basate sui movimenti canonici Jedi e Sith ed esibirsi in spettacoli d'impostazione professionale.

Pilates International Italia Pilates International Italia
Lungarno Amerigo Vespucci, 28, 50123 Firenze FI, Italia
Florence, 50123

Romana’s Pilates Studio with Flora Lombardi •Level II Instructor •Regional Director Romana’s Pilates Italia

Aerial Yoga - Firenze Aerial Yoga - Firenze
Florence

Questa pagina nasce dal desiderio di condividere con altri la passione per l'Aerial Yoga, organizzando corsi, lezioni ed eventi.

Centro Studi ASSI Giglio Rosso Firenze Centro Studi ASSI Giglio Rosso Firenze
Viale Michelangelo, 64
Florence, 50125

Nato nel 1971 come sezione culturale della società madre, dal 1989 si è costituito legalmente e opera nel settore della ricerca in ambito sportivo. Nel tempo ha consolidato un importante fondo bibliotecario specializzato.

Trekking avventura ¡Under35 Trekking avventura ¡Under35
Florence

L'etá non é un numero ma é il "come" viviamo... perció questa pagina é aperta a tutti gli avventurieri! Incontriamo persone nuove e camminiamo insieme nella bella Toscana alla riscoperta dei trekking avventurosi e mozzafiato sul nostro territorio

Sport Academy ASD Sport Academy ASD
Via Forlanini 6
Florence, 50127

Associazione Sportiva che organizza e gestisce progetti e attività per bambini e ragazzi su tutto il territorio di Firenze, e su Milano zona Corvetto. Il nostro fiore all'occhiello sono i Centri Estivi... noi siamo "un altro modo di fare Sport"!

IL Giardino di Laura IL Giardino di Laura
Via Della Torre 110
Florence, 50135

Uno splendido giardino naturale con alberi da frutto antichi e arbusti a macchia dove nidificano fagiani e soggiornano cerbiatti , il giardino è una magnifica cornice per il tuo evento in natura !