Federcaccia Sezione Provinciale Firenze

Sport e tempo libero

Normali funzionamento

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post 14/10/2021

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post 14/10/2021

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post 12/10/2021

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post

11/10/2021

FLASH CCT: APPROVATO L'ACCORDO DI INTERSCAMBIO CON LE REGIONI UMBRIA E LAZIO

Anche a seguito delle nostre sollecitazioni la Giunta Regionale ha approvato questo pomeriggio l’accordo di interscambio di cacciatori con le regioni Umbria e Lazio.

Nella fattispecie riguardera' la possibilità di prenotazione giornaliera, per la caccia da appostamento alla selvaggina migratoria a partire dal giorno 2ottobre, previo versamento di una quota.

Sarà nostra cura diffondere nelle prossime ore il testo integrale e le disposizioni complete della delibera e degli allegati.

08/10/2021
06/10/2021

PESTE SUINA: INTESA CONFERENZA STATO REGIONI

In questi giorni è stato ribadito l’accordo, raggiunto nel luglio 2019, in seno alla Conferenza Permanente per i rapporti tra Stato e Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento recante “Indicazioni operative in materia di rafforzamento della sorveglianza e riduzione del rischio per talune malattie animali”.

In particolare l’accordo contiene le necessarie indicazioni operative per il rafforzamento della sorveglianza e la riduzione del rischio sulla Peste Suina Africana e Influenza Aviaria.

Un passo importante per assicurare un alto livello organizzativo delle azioni di prevenzione e di tempestivo riscontro su infezioni, che potrebbero generare danni ingenti al patrimonio zootecnico e alla fauna selvatica.

Per quanto riguarda la PSA (Peste Suina Africana), sono state individuate le misure strategiche per il Piano di prevenzione del rischio da attuare anche nella nostra realtà regionale, con particolare riferimento al ruolo attivo svolto dai cacciatori sia in termini di sorveglianza segnalazione e controllo dei possibili casi sospetti che per le azioni di riduzione della popolazione di cinghiali.

Su questi importanti aspetti, la Confederazione Cacciatori Toscani anche tramite le proprie associazioni confederate, si sta prodigando per la calendarizzazione di specifici incontri con i cacciatori e con i distretti di gestione, per fornire una adeguata informazione tesa ad aumentare la consapevolezza del rischio e migliorare la preparazione di tutti gli interessati per le eventuali attività da svolgere sul territorio.

Un impegno che viene assunto con senso di responsabilità da parte del mondo venatorio, per l’interesse generale e per le conoscenze che i nostri operatori comprese le Guardie Giurate Venatorie Volontarie potranno mettere a disposizione delle istituzioni.

[09/18/21]   Cari Soci, care cacciatrici e cari cacciatori

“…eh già, sembrava la fine del mondo, ma siamo ancora qua…” mai come adesso questa frase di una canzone di Vasco Rossi è quanto mai appropriata. Nonostante tutto, nonostante la pandemia che ancora oggi sta aggredendo tutto il mondo e che tanti morti e “feriti” ha causato anche fra i nostri soci e familiari siamo ancora qua: a loro va il nostro pensiero e, per chi crede, le nostre preghiere. Tante donne e uomini della generazione che ha fatto la storia della nostra nazione, che è passata indenne da eventi storici drammatici, ma che non ha superato questo terribile virus, ma anche molti giovani. Fra loro anche tanti amici e dirigenti di Associazioni venatorie in tutta Italia. Un ringraziamento sincero per quello che hanno fatto per il Mondo della caccia, a volte su posizioni diverse dalle nostre, ma sempre con l’obiettivo di salvaguardare questa nostra grande passione. Ciao Rolando, ciao Claudio, ciao Giancarlo, ciao Sergio, ciao Anna, ciao Paolo e potrei continuare, purtroppo con tanti altri nomi.

Siamo ancora qua dunque, sopravvissuti fortunatamente al covid e pronti a cercare di ripartire. Abbiamo vissuto obtorto collo, e stiamo ancora vivendo un periodo, purtroppo troppo lungo, che rimarrà nei libri di storia e che avremmo certamente preferito evitare.

Anche la nostra passione ha subito forti attacchi, non solo relativi alle conseguenze della emergenza sanitaria, ma anche dalle tante forze contrarie alla caccia solo per ideologia: basti pensare ai tanti ricorsi al tar che hanno impedito in molte regioni d’Italia la preapertura e il ritardo della cosiddetta apertura generale, come in Abruzzo e in Sicilia e, nella nostra Regione il prelievo della tortora anche dalla terza domenica di settembre. Mi piace però ricordare la battaglia vinta dal mondo venatorio toscano, CCT e Federcaccia in testa, durante la scorsa stagione venatoria, quando la nostra Regione era di colore “arancione”, che ha portato a quella ordinanza che ha fatto scuola poi in altre Regioni e che ha permesso ai cacciatori toscani di spostarsi dal proprio comune di residenza anagrafica per poter accedere al proprio ATC di residenza venatoria e poi, a stagione venatoria conclusa, alle aree addestramento cani. Un precedente che ci auguriamo, comunque di non dover reiterare e che i contagi diminuiscano sempre più e che la nostra Toscana si mantenga sempre, fino alla fine della emergenza sanitaria, con quei parametri che le consentono di rimanere di colore “bianco”.

La caccia è comunque cambiata non soltanto per i ricorsi e le aule dei tribunali, ma anche per i profondi mutamenti ambientali che ci accompagnano e che tocchiamo con mano ogni giorno: specie animali e vegetali alloctone che prendono il sopravvento, specie migratrici che diventano stanziali, temperature medie annuali sempre maggiori, lunghi periodi di siccità, profondi cambiamenti agronomici e colturali. Con tutto questo ci dovremo confrontare, augurandoci di poterlo fare finalmente in presenza, partendo anche dalla crisi della selvaggina stanziale, per troppo tempo forse colpevolmente dimenticata o supportata solo con immissioni di selvaggina sul territorio a caccia programmata fini a sé stesse.

Noi siamo gli ultimi custodi di un’arte antica, millenaria, e nello sesso tempo di un patrimonio tecnico colturale che dobbiamo preservare insieme al territorio nel quale pratichiamo la nostra attività. Scienza e conoscenza dovranno essere le linee guida.

Di tutto questo ne parleremo con i nostri rappresentanti negli ambiti territoriali, con i tecnici e nelle nostre sezioni, nei nostri organi e nelle nostre assemblee. Oggi però è il tempo della speranza: è la terza di settembre!

Un grande in bocca al lupo dunque, a tutti i cacciatori, per la prossima stagione venatoria, raccomandando il rispetto delle regole e una maniacale attenzione alla sicurezza, con l’augurio che i prossimi mesi vissuti all’aria aperta fra campi e boschi siano, per tutti noi, motivo di una ritrovata serenità e la strada che porta il Mondo fuori, finalmente, dal Covid-19.

17 settembre 2021

Simone Tofani - Presidente Federcaccia Firenze

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post 17/09/2021

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post

16/09/2021

CCT: I CACCIATORI DELLA VALDELSA PER IL SOCIALE

Dopo che per tre anni consecutivi, i cacciatori del Distretto di selezione al capriolo “Montaione 2 e 3”, che riunisce circa 370 persone e comprende i comuni di Certaldo, Gambassi, Castelfiorentino, Montespertoli, Empoli e Montaione, avevano organizzato manifestazioni e gare a scopo di raccolta fondi ed effettuato donazioni atte a far ripartire aziende danneggiate dal sisma di Amatrice, e dopo purtroppo lo stop 2020 dovuto al COVID, quest’anno, senza non poche difficoltà, non potendo organizzare eventi particolari, attraverso la generosità dei cacciatori, con le donazioni degli stessi, il Distretto, è riuscito a raccogliere una consistente somma di denaro.

Il ricavato è stato utilizzato per l’acquisto di materiale farmaceutico specifico per neonati e le relative neo-mamme.

Tutto il materiale, acquistato ad un prezzo di costo vivo presso la farmacia Comunale 2 di Castelfiorentino, è stato consegnato al “negozio solidale” di Empoli gestito dalla Misericordia, che fornisce un validissimo aiuto alle famiglie in difficoltà.

Un ringraziamento particolare va al fiorentino Sergio Nannetti, Presidente del distretto di caccia di selezione, al Sig. Roberto Galgani, alla signora Anna Bonadini della farmacia di Castelfiorentino, ai tanti volontari ed alle Associazioni che hanno contribuito al buon esito di questa encomiabile iniziativa.

La Federcaccia sezione comunale di Certaldo assieme alle Associazioni Confederate nella CCT, è pronta già da oggi ad impegnarsi per promuovere una nuova iniziativa per il 2022 che possa ancora una volta evidenziare la concretezza tipica di noi cacciatori sul valore della solidarietà.

13/09/2021

Regione Toscana: confermata l apertura al 19 settembre senza il prelievo della Tortora

Riportiamo il comunicato diramato dalla Regione Toscana di seguito:

"La presente per comunicare che nella giornata odierna, lunedì 13 Settembre 2021, la Giunta della Regione Toscana, su proposta della Vicepresidente Stefania Saccardi, ha approvato la allegata delibera relativa all'attività venatoria.

In particolare, al fine di mettere in sicurezza il calendario venatorio per la stagione 2021/2022, è stata approvata delibera che vieta il prelievo della specie tortora.

Così da dare certezza dell'apertura generale della caccia, stabilita in Toscana per domenica 19 settembre."

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post 10/09/2021

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post

08/09/2021

PIANO NAZIONALE DELLA TORTORA SELVATICA
Segnaliamo, ringraziandolo per la consueta attenzione ai temi venatori, l’ultima interrogazione rivolta dal Senatore Bruzzone al ministro Cingolani

Atto n. 4-05959

Pubblicato il 7 settembre 2021, nella seduta n. 357

BRUZZONE - Al Ministro della transizione ecologica. -

Premesso che:

il 23 aprile 2021 la Commissione ambiente ed energia della Conferenza Stato-Regioni ha raggiunto un accordo per procedere all'approvazione, in linea con le richieste avanzate dalla Commissione europea, del piano nazionale di gestione della tortora selvatica, il quale pone le basi per un prelievo venatorio sostenibile di questo animale;

successivamente la Conferenza Stato-Regioni ha trasmesso al Ministero della transizione ecologica una lettera di sollecito e disponibilità ad esaminare il piano, con le modifiche approvate in sede di accordo, ai fini della sua definitiva approvazione;

la finalità del piano di gestione della tortora è quella di salvaguardare la specie attraverso il rispetto di una serie di misure che permettano la conservazione ed il costante monitoraggio dello stato di salute di questo animale; intenti che dovrebbero trovare un generalizzato consenso da parte di tutti i soggetti interessati;

da notizie risulta che il Ministero non abbia ancora richiesto la calendarizzazione in Conferenza Stato-Regioni del piano nazionale della tortora, determinando un'incertezza rispetto all'attività di prelievo di questo animale,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo voglia richiedere l'inserimento all'ordine del giorno della prima riunione utile della Conferenza Stato-Regioni del piano nazionale della tortora selvatica, ai fini della sua definitiva approvazione.

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post 07/09/2021

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post 30/08/2021

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post 25/08/2021

Photos from CCT - Confederazione Cacciatori Toscani's post

23/08/2021

CCT : PREAPERTURA E TORTORA..LE NOSTRE CONSIDERAZIONI.

Da diverse settimane e in più occasioni abbiamo avuto modo di esporre la nostra posizione sulla preapertura e sul prelievo della tortora selvatica, (Streptopelia turtur) alla luce delle problematiche che anche in questi giorni stanno condizionando i Calendari Venatori delle Regioni.

In attesa di conoscere le determinazioni dell’Assessore Stefania Saccardi e della Giunta Regionale sui contenuti e modalità di svolgimento della preapertura, visti anche i tempi ristretti che ci separano dalla data del 1° settembre, riteniamo necessario tornare sull’argomento. In particolare, per quanto attiene il prelievo della tortora selvatica, grazie anche al supporto dell’Ufficio Nazionale Avifauna Migratoria FIDC, è stata inviata questa mattina all’attenzione dell’Assessorato una ulteriore memoria ricostruttiva dei principali aspetti di questa delicata questione e delle determinazioni a suo tempo assunte in sede Europea a seguito del Piano d’Azione Internazionale approvato dal Comitato NADEG della Commissione Europea nel maggio 2018.

A nostro parere, tali determinazioni, consentono alle Regioni di emanare provvedimenti per un prelievo controllato della specie. In particolare, vogliamo ribadire che la Commissione Europea, nonostante le posizioni intransigenti del MITE (Ministero per la Transizione Ecologica) non ha di fatto richiesto agli Stati ricadenti nell’ areale centro-orientale il divieto della caccia alla specie ma, ritenuto semmai necessario giungere ad una riduzione dei carnieri rispetto al periodo 2013/18 con specifiche misure. Per tali ragioni, riteniamo che ad oggi le Regioni che dispongono di dati oggettivi sui prelievi, possono legittimamente pianificare la caccia alla tortora in piena osservanza delle disposizioni della Commissione.

La Toscana, disponendo di tali dati potrebbe dunque consentire la caccia alla tortora su numeri di capi abbattibili ampiamente rispondenti alle richieste cautelative dell’Europa con modalità tali da consentire una rendicontazione cartacea dopo la giornata di preapertura dei carnieri con procedure simili a quelle già in essere per il prelievo in deroga dello storno.

Consentire lo svolgimento della preapertura e la caccia alla tortora è dunque un obiettivo possibile e basato su elementi di buon senso e di corretta gestione conservativa della specie. Il nostro auspicio è che anche in questa occasione la Regione Toscana sappia coniugare al meglio le esigenze esercitando sino infondo le proprie prerogative istituzionali.

20/08/2021

CCT : PREAPERTURA E TORTORA..LE NOSTRE CONSIDERAZIONI.

Da diverse settimane e in più occasioni abbiamo avuto modo di esporre la nostra posizione sulla preapertura e sul prelievo della tortora selvatica, (Streptopelia turtur) alla luce delle problematiche che anche in questi giorni stanno condizionando i Calendari Venatori delle Regioni.

In attesa di conoscere le determinazioni dell’Assessore Stefania Saccardi e della Giunta Regionale sui contenuti e modalità di svolgimento della preapertura, visti anche i tempi ristretti che ci separano dalla data del 1° settembre, riteniamo necessario tornare sull’argomento. In particolare, per quanto attiene il prelievo della tortora selvatica, grazie anche al supporto dell’Ufficio Nazionale Avifauna Migratoria FIDC, è stata inviata questa mattina all’attenzione dell’Assessorato una ulteriore memoria ricostruttiva dei principali aspetti di questa delicata questione e delle determinazioni a suo tempo assunte in sede Europea a seguito del Piano d’Azione Internazionale approvato dal Comitato NADEG della Commissione Europea nel maggio 2018.

A nostro parere, tali determinazioni, consentono alle Regioni di emanare provvedimenti per un prelievo controllato della specie. In particolare, vogliamo ribadire che la Commissione Europea, nonostante le posizioni intransigenti del MITE (Ministero per la Transizione Ecologica) non ha di fatto richiesto agli Stati ricadenti nell’ areale centro-orientale il divieto della caccia alla specie ma, ritenuto semmai necessario giungere ad una riduzione dei carnieri rispetto al periodo 2013/18 con specifiche misure. Per tali ragioni, riteniamo che ad oggi le Regioni che dispongono di dati oggettivi sui prelievi, possono legittimamente pianificare la caccia alla tortora in piena osservanza delle disposizioni della Commissione.

La Toscana, disponendo di tali dati potrebbe dunque consentire la caccia alla tortora su numeri di capi abbattibili ampiamente rispondenti alle richieste cautelative dell’Europa con modalità tali da consentire una rendicontazione cartacea dopo la giornata di preapertura dei carnieri con procedure simili a quelle già in essere per il prelievo in deroga dello storno.

Consentire lo svolgimento della preapertura e la caccia alla tortora è dunque un obiettivo possibile e basato su elementi di buon senso e di corretta gestione conservativa della specie. Il nostro auspicio è che anche in questa occasione la Regione Toscana sappia coniugare al meglio le esigenze esercitando sino infondo le proprie prerogative istituzionali.

19/08/2021

CCT SIENA: A SINALUNGA IN ARRIVO UNA NUOVA SEDE TERRITORIALE !!

È con piacere che vi informiamo che martedì 24 prossimo alle ore 21.00, presso i giardini pubblici in via giacomo matteotti, si terrà un incontro pubblico al quale parteciperanno anche i dirigenti locali e regionali delle associazioni confederate.

Nell'occasione sarà presentata anche la nuova sede territoriale della CCT di Sinalunga, che divvera' il polo di riferimento locale per tutti I soci delle associazioni confederate.

Un ulteriore passo molto significativo verso una diffuzione locale ancor più capillarizzata dei servizi ai soci, per "fare la differenza" come mondo venatorio e per tornare, uniti, "a contare"!

Vi aspettiamo!

Video (vedi tutte)

Finalmente si può tornare nel bosco!!

Ubicazione

Indirizzo


Via Benedetto Dei, 19
Florence
50127

Orario di apertura

Lunedì 09:00 - 17:00
Martedì 09:00 - 17:00
Mercoledì 09:00 - 17:00
Giovedì 09:00 - 17:00
Venerdì 09:00 - 17:00
Altro Sport e tempo libero Florence (vedi tutte)
ASD Brisken ciclismo ASD Brisken ciclismo
Via San Bartolo A Cintoia
Florence, 50142

Ciclismo, cultura e poesia della bicicletta.

Escursionismo CAI Firenze Escursionismo CAI Firenze
Via Del Mezzetta 2/m
Florence, 50135

Pagina dedicata all'escursioni proposte dalla Sezione CAI Firenze Gruppo Escursionismo Emilio Orsini e dalla Sottosezione CAI di Scandicci

Körperformen Firenze Körperformen Firenze
Viale Francesco Talenti 122/124
Florence, 50142

UNIVERSOSPORT UNIVERSOSPORT
Via Masaccio, 195/a
Florence, 50132

Accademia delle arti del disegno Accademia delle arti del disegno
Via Ricasoli
Florence, 50123

ApuaneGuide ApuaneGuide
Florence

escursioni con Guide Escursionistiche sulle Alpi Apuane e oltre...

Italia Sykkel Italia Sykkel
Florence

Italia Sykkel drives av Due Amici AS og har til hensikt og bringe nye innovative sykler og esykler fra Italia til Norge.

irun.firenze irun.firenze
Via Cimabue 11
Florence, 50121

VENDITA SCARPE DA CORSA E CAMMINATA E ACCESSORI Via Cimabue 11 ( zona piazza Beccaria / via Gioberti) Asics Brooks Mizuno Saucony Hoka Salomon Altra

IL Giardino di Laura IL Giardino di Laura
Via Della Torre 110
Florence, 50135

Uno splendido giardino naturale con alberi da frutto antichi e arbusti a macchia dove nidificano fagiani e soggiornano cerbiatti , il giardino è una magnifica cornice per il tuo evento in natura !

UISP Comitato di Firenze UISP Comitato di Firenze
Via Bocchi 32
Florence, 50126

La nostra missione è dimostrare che "un altro sport è possibile". www.uispfirenze.it

Villa La Petraia Villa La Petraia
Via Della Petraia 40
Florence, 50141